18 feb 2021

PROPOSTA DI PROGETTO - CONFERENZA ECHOLINK ARS ITALIA

Innanzitutto con l'occasione desidero salutare tutti i membri di ARS Italia che leggono questo blog e brevemente presentarmi, mi chiamo Augusto IW2KIS referente del circolo VA01 appasionato di tecnica nonchè anche tecnico di professione mi diverto fin da ragazzo a sperimentare in elettronica con le mie modeste conoscenze e in questi ultimi anni da quando ho ripreso l'attività in radio anche in piccoli progetti in cui mettere insieme radio/elettronica/informatica/internet.

Molti di voi sanno che ormai esistono diversi sistemi anche nel nostro mondo di radioamatori per connettere ripetitori/nodi/kink anche molto distanti fra loro attraverso internet e vari standard che nel tempo si sono preesentati (Echolink, D-Star, DMR, C4FM..e altri) i quali presentano tra le altre cose la caratteristica di essere o troppo complessi o proprietari. Tra il panorama che ci si presenta oggi voglio proporre un progetto scegliendo Echolink (ma questo non preclude altri sistemi anche in "mix") in una proposta di progetto rivolta a tuti i soci ma in particolare ai referenti di circolo in considerazione degli aspetti gestionali dello stesso progetto.

Perchè questo progetto? Domanda d'obbligo visto le varie proposte che si presentano ai nostri occhi e orecchi e che a volte ci disorientano. Semplicemente perchè amiamo comunicare, ma quello che appare mancare un po in questo momento sono:

- La comunicazione all'interno di ARS Italia come insieme di soci

- La promozione di ARS come "Society" ad altri potenziali soci

Complice la ormai retorica nella dialiettica ma vera situazione COVID e la mancanza quindi eventi pubblici come le fiere o altre attività di condivisione "fisica" anche la nostra society soffre una certa situazione di isolamento, quindi perchè non usare la radio e un progetto "in radio" per ricongiungerci e conoscerci?!

Perchè Echolink: in breve perchè è tra i più semplici e flessibili sistemi per implementare un progetto di conferenza nazionale o globale utilizzando la radio ed internet.

Perchè un progetto di conferenza: perchè non mi sempbra esista ed è uno stimolo interessante per tutti a giocare con la radio senza bisogno di grandi mezzi.

Cosa propongo: inanzitutto un sondaggio sullo stato di fatto..ovvero..qualcuno ha già un qualche tipo di link, nodo, ripetitore analogico attivo? Batta un colpo :)

E poi?...e poi li mettiamo insieme..e per chi non ha un nodo e vorrebbe provare a cimentarsi comincio già a dire: cercate tra il vostro surplus un vecchio pc anche window XP e una radio anche portatile V/U ma perchè no anche HF o 50Mhz e poi nella prossima puntata parliamo di come metterli insieme!

Voi che ne dite, vi piace come idea?

Aspetto i vostri commenti numerosi! alla prossima puntata.

73

IW2KIS Augusto

3 feb 2021

CENTRALINA POLVERI SOTTILI DEL CIRCOLO SV-01

salve a tutti,

è online da qualche giorno, dopo un periodo di prove, una nuova centralina per il monitoraggio delle "polveri sottili".

Dopo l'iniziativa del Circolo A.R.S. Cales (CE01), anche noi del Circolo SV01 ci siamo dati da fare per approntare la nostra centralina e pubblicare i dati tramite la rete "openSenseMap".

Inutile ricordarvi quanto sia importante nella vita di tutti i giorni la qualità dell'aria che respiriamo, e quindi l'utilità sociale di simili iniziative.

Come detto nel post precedente, con qualche decina di euro, e qualche ora di lavoro, chiunque può assemblare e installare una di queste centraline.

Non vi voglio tediare con dettagli tecnici (sono comunque a disposizione per ogni chiarimento) e quindi vediamo a volo d'uccello come è fatto il sistema.

Gli unici requisiti richiesti per l'intallazione sono la disponibilità di una rete WIFI e di un'alimentazione, salvo l'utilizzo di pannelli solari.

La centralina è composta dalle seguenti parti:

- un sensore SDS011 di particolato (polveri sottili) PM2.5 e PM10.

- un sensore (opzionale) BME280 temperatura, umidità e pressione atmosferica

- la "intelligenza" del sistema: scheda NodeMCU ESP8266 V3 (o V2)

- un alimentatore da 5V 1A  wall_mount, quelli da cellulari

- una scatola per contenere il tutto.

Tutti questi componenti sono reperibili su Ebay o su Amazon.

Vediamoli in dettaglio:






Le connessioni sono veramente ridotte all'osso.. Con l'uso dei "ponticelli Dupont" provenienti dal mondo DIY Arduino teoricamente non serve neppure accendere il saldatore:



Il tutto l'ho alloggiato in una scatola "GEWISS" da elettricisti.

Ho assemblato il sistema su una scheda millefori, al solo scopo di evitare connessioni volanti.

I due "passacavi" servono, quello piccolo, a far entrare il cavo di alimentazione, e quello grosso per il prelievo dell'aria per l'analisi da parte dei sensori. 



Nella foto qui sotto potete vedere il tubicino di plastica trasparente che aspira l'aria dell'esterno, mentre dopo la misura l'aria viene espulsa attraverso il passacavo grande.



Per evitare che entrino insetti è fortemente raccomandata una retina da zanzariera.



Ecco la nostra centralina posizionata all'esterno. 



Questo è il sito dove vengono pubblicati i dati relativi a tutte le centraline della rete.



Come si può vedere cliccando sulla misura si presenta un grafico con varie estensioni temporali.


Questa è la cartina delle centraline in Italia. quando sono tante e vicine vengono sintetizzate con un cerchio all'interno del quale compare il numero delle centraline nella zona. Ingrandendo compaiono tutte le singole centraline. Sono 7408 nel mondo, in Italia piu' di cento, la parte del leone la fa la Germania, che è la patria del progetto.



L'installazione del firmware dentro al NodeMcu e la sua configurazione sono semplici. Non mi dilungo qui, non è lo scopo di questo post, se volete approfondire, qui di seguito trovare il link alla pagina del progetto originale.

Link alle istruzioni per il montaggio del sensore:

https://sensor.community/it/sensors/airrohr/

Link alle misure della nostra centralina:

https://opensensemap.org/explore/600e79819610e6001bfe0969

(la prima volta compare una finestra in tedesco; spuntate la casella e date invio, così non comparirà più.)

Per ora è tutto. Chi fosse interessato è pregato di farsi avanti, e apriremo un gruppo WA per la costruzione e installazione.

Per ogni informazione e/o chiarimento potete contattarmi al mio indirizzo personale: